Rifiutiamo le discariche: video e foto

Category: Primo piano Tags: , , , , ,

Lo scorso week-end abbiamo organizzato una serie di eventi sul territorio lucano in relazione alla gestione dei rifiuti e il problema delle discariche in Provincia di Matera.
Sabato mattina in località Monticelli a Colobraro con i sindaci di Tursi e Colobraro, cittadini e comitati locali insieme ai miei colleghi parlamentari Stefano Vignaroli e Vega Colonesse, abbiamo visitato la zona della discarica.
Qui il video integrale del dibattito, le nostre repliche e quelle dei cittadini presenti.

Nonostante le parole del Sindaco di Colobraro, abbiamo fotografato un lago di percolato e l’evidente pericolo di frana direttamente su un cartello della discarica!
Il pomeriggio abbiamo anche fatto visita al presidio in località Venusio vicino Matera dove la ILA Valdadige stava bruciando petcoke.
I consiglieri regionali hanno subito presentato un’interrogazione per avere dei chiarimenti su quanto sta accadendo.
Per il momento c’è stato un stop temporaneo all’impianto a combustibile solido.
Andando al presidio, l’aria era davvero insopportabile e risultava evidente la distanza di qualche centinaio di metri tra l’impianto e le  abitazioni private.

Questo è invece il video integrale dell’incontro a Matera dove abbiamo parlato del tema dei rifiuti, delle proposte di legge e delle battaglie in Parlamento del M5S in commissione ambiente al Senato e alla Camera. Ci sono state diverse domande da parte di chi era presente e che ha preso parola per discutere con noi e farci delle osservazioni.

Il nostro auspicio è che si vada verso un diverso piano regionale di rifiuti in Basilicata, prima che la crisi totale non ci travolga completamente (e manca davvero poco).
Grazie a chi è intervenuto e ha voluto confrontarsi con noi e con il M5S in quest’azione di sensibilizzazione di cittadini stanchi di essere presi in giro dalle amministrazioni.

P.s. Nessuna dichiarazione nei confronti del comitato MuoviamoTursi appartiene a me o ai portavoce lucani del M5S. Altre accuse strumentali da parte del Comitato sono semplicemente contrattedde dal nostro lavoro in Parlamento, in consiglio Regionale e alla nostra continua volontà di partecipazione e confronto. Chiunque abbia la pazienza di guardare i video può verificarlo.