5G, Mirella Liuzzi (Segretario di Presidenza della Camera): “Basta disinformazione, nessun pericolo per la salute”

Category: Primo piano, Rassegna Stampa | Web, telecomunicazioni Tags: ,

Key4biz | Sono anni che si parla di elettrosmog ed elettromagnetismo e ancora non possiamo dire di avere le idee chiare su quali siano gli effetti concreti di questo tipo di onde sul nostro organismo e quindi sulla nostra salute.
Sull’argomento, viste le speculazioni in circolazione e la disinformazione che impera in rete, ci ha messo la faccia il Segretario di Presidenza alla Camera dei Deputati e parlamentare del Movimento 5 Stelle (M5S), Mirella Liuzzi, con un video messaggio sul proprio profilo Facebook in cui ha voluto spiegare, nel modo più semplice possibile, come stanno le cose in termini di nuove reti di telecomunicazione e possibili effetti delle emissioni da inquinamento elettromagnetico.

Circolano tante bufale sul 5G: proviamo a spiegare allora come stanno davvero le cose”, ha affermato la Liuzzi nel video.
Alla domanda “È vero che con il 5G saremo più esposti ai campi elettromagnetici?”, la parlamentare ha risposto senza indugi: “No. L’esposizione ai campi elettromagnetici è stabilita dalla legge e nel caso dell’Italia possiamo stare tranquilli perché i valori fissati sono tra i più bassi al mondo”.

L’Italia registra un valore di 6 volt metro – ha dichiarato la Liuzzi – e sapete dove stanno i nostri amici francesi e tedeschi? A 58. Gli americani a 61 volt metro. Sapete cosa vuol dire questo? Che ci troviamo ben 5000 volte al di sotto della soglia scientificamente definita per prevenire effetti sul corpo umano e ampiamente al di sotto della media europea che è tra i 41 e i 51 volt metro”.

In termini di possibile correlazione tra esposizione al 5G e tumori, la Liuzzi ha ricordato che “alcuni studi ipotizzano degli effetti dannosi a partire dai 50 volt metro, per un’esposizione di 19 ore al giorno, per tutta la vita. Noi siamo a 6 v/m”.

Sulla natura dei possibili rischi derivanti dall’utilizzo delle reti 5G, la deputata M5S ha risposto con molta chiarezza: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha già studiato gli effetti dei campi elettromagnetici anche per le frequenze utilizzate dal 5G. Quello che dovete sapere è che le frequenze del 5G saranno in gran parte quelle che servono per il digitale terrestre – quelle con cui vedete la tv ad esempio – e anche quelle utilizzate per portare internet a casa vostra mediante connessione wireless. Sono frequenze già conosciute e che fanno parte della nostra quotidianità da tempo”.

 

BASTA FAKE NEWS, FACCIAMO CHIAREZZA SUL 5G!

Il 5G è una tecnologia importante che, nel giro di pochi anni, potrà cambiare radicalmente le nostre vite, offrendoci servizi migliori e soluzioni innovative in diversi campi, dalla medicina ai trasporti.Sul 5G però, stanno circolando tante bufale.Guardate il video per capire come stanno realmente le cose e informiamo tutti!

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle su Sabato 29 giugno 2019

Fonte: key4biz.it